Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Prati in partenza batteria 2 1Un quinto posto che vale molto di più. Marco Prati chiude in quinta posizione la sua avventura in singolo agli Europei Under 23 di canottaggio svoltisi sabato 3 e domenica 4 settembre ad Hazewinkel, in Belgio. Un grande risultato, considerando che il suo obiettivo, essendo ancora della categoria Under 19, era fare più strada possibile.

L’atleta della Canottieri Ravenna termina la sua stagione internazionale con un bel piazzamento nella finale continentale, dopo avere già messo nel cassetto il titolo mondiale Under 19 ed i titoli italiani Under 19 e Under 23. Il canottiere allenato da Paolo Di Nardo e Thomas Cervellati compie un bellissimo percorso in una rassegna molto fitta dal punto di vista del calendario: dopo il secondo posto delle eliminatorie riesce, con una grande chiusura di percorso, a giungere secondo in semifinale dietro alla Polonia ma davanti alla Svizzera e a qualificarsi per la finalissima.

Per la finale la linea di partenza è molto chiara anagraficamente parlando: il diciottenne Prati è nato nel 2004 mentre tutti gli altri finalisti (Bulgaria, Polonia, Svizzera, Germania e Portogallo) sono del 2001. Tre anni di differenza che si sentono soprattutto in partenza, dove il singolista azzurro resta leggermente attardato e passa ai 500 metri in quinta posizione. La Polonia sembra superiore a tutti e prende il largo, mentre Bulgaria, Germania e Svizzera ingaggiano un duello punta a punta per gli ultimi gradini del podio. Marco continua a spingere per restare aggrappato ai battistrada ma ai 1000 metri e ai 1500 metri è ancora quinto. L’orgoglio del singolista romagnolo esce fuori nell’ultimo quarto dove parte all’attacco e stacca il migliore intertempo, anche se non è sufficiente a strappare la medaglia. Vince la Polonia con 7:12.53, seconda la Bulgaria in 7:19.65, terza la Germania in 7.21.89. Prati è quinto in 7:26:60, a poco meno di cinque secondi dal bronzo e a tre secondi dalla Svizzera che giunge quarta. Mentre il giovane Marco potrà godersi un po’ di meritato riposo, non è ancora finita la stagione della Canottieri Ravenna: domenica prossima 11 settembre il bacino di casa della Standiana ospiterà una regata regionale, mentre il 17 e 18 settembre a Candia Canavese si svolgeranno i Campionati Italiani di Società