Furio veronesi

Il delegato del CONI Point di Bologna Furio Veronesi, con la speranza che dal mese di settembre il mondo dello sport possa ripartire a pieno regime, ha nominato i fiduciari locali, che avranno il compito di essere i primi interlocutori tra le società sportive e le istituzioni locali con il Comitato Olimpico, in modo che le istanze della base possano giungere nel tempo più rapido possibile a destinazione.

Saranno ben undici i fiduciari locali, qualcuno di navigata esperienza, altri al loro primo mandato. “In tutti – ha affermato Veronesi – ho sentito l'entusiasmo e l'auspicio che, grazie anche al loro contributo, le società possano ripartire con slancio dopo due anni decisamente tormentati”.

Tra quelli a cui l'esperienza non manca è Waldes Marrone, che si occuperà di un'area molto viva come quella di Crevalcore, Sant’Agata Bolognese, San Giovanni in Persiceto, Sala Bolognese, Anzola Emilia e Calderara di Reno. A Carla Zalambani, invece, spetterà il territorio verso la Romagna, quello formato da Imola, Dozza e Mordano. Vicino a lei un altro nome noto alle istituzioni, come quello di Sauro Dal Fiume, che agirà su Castel San Pietro Terme, Castel Guelfo di Bologna e Medicina. A Manuel Lazzari compete un'ampia zona come quella di Baricella, Granarolo dell’Emilia, Minerbio, Budrio, Castenaso, Malalbergo e Molinella, mentre Caterina Selva cercherà di ascoltare le società di Castel Maggiore, Galli era, Pieve di Cento, San Pietro in Casale, Castello D'Argile, Argelato, San Giorgio di Piano, Bentivoglio. 

Passando alla collina l'eclettico Gianluca Espa sarà la voce di Valsamoggia (Bazzano, Castello di Serravalle, Crespellano, Monteveglio, Savigno), Monte San Pietro e Zola Predosa, quindi Barbara Lodi è il fidiciario di Casalecchio di Reno, Roberto Giusti inizia la montagna con Alto Reno (Porretta, Granaglione), Lizzano in Belvedere, Castel D’Aiano, Castel di Casio, Gaggio Montano, Sasso Marconi, Marzabotto e Vergato, l'inossidabile Lamberto Vacchi è fiduciario a San Benedetto Val di Sambro, Monzuno e Castiglione dei Pepoli, Francesca Poli a Camugnano e Grizzana Morandi, quindi Rosario Palladino a Loiano, Monterenzio, Pianoro, Ozzano, San Lazzaro di Savena e Monghidoro.