Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo
07
Lug
2018
13
Lug
2018

VI edizione Giochi Internazionali del Tricolore

07 Luglio 2018 - 13 Luglio 2018
Reggio Emilia RE, Italia

Ufficialmente presentata nei giorni scorsi, presso la Sala Rossa del Comune di Reggio Emilia, la sesta edizione dei Giochi internazionali del Tricolore 2018, la manifestazione sportiva che dal 7 al 13 luglio prossimi porterà in territorio reggiano migliaia di giovani (in età compresa fra i 13 e i 17 anni), provenienti da tutto il mondo.

“Ci prepariamo a ospitare un evento unico in Europa, che promuove l’incontro fra popoli e culture in quella dimensione di comunità e di coesione che lo sport riesce a costruire – ha detto il sindaco di Reggio Emilia, Luca Vecchi – Questa grande manifestazione è anche un’eccezionale promozione e valorizzazione del nostro movimento sportivo, reggiano e regionale e per questo CONI, associazioni e organizzazioni dello sport sono coinvolti quali protagonisti di primo piano, mentre la città, primo fra tutti il centro storico, sarà un Villaggio diffuso e vissuto, non solo dalle delegazioni straniere, luogo di incontro per tutti”.

“Fra i Paesi che hanno aderito sino ad oggi – ha spiegato Serena Foracchia, assessore alla Città internazionale – vi sono quelli le cui città hanno rapporti di gemellaggio con Reggio Emilia e quelli a cui siamo collegati attraverso partecipazioni comuni a progetti internazionali”. L’assessore ha poi sottolineato la novità e la rilevanza del finanziamento Ue per la sesta edizione dei Giochi, “un riconoscimento della validità della nostra proposta e della sua coerenza con le linee sociali, culturali, educative, oltre che sportive, del bando a cui abbiamo partecipato”; la forte presenza di delegazioni da Paesi anche extra europei, “segno della progressiva notorietà che i Giochi hanno assunto negli anni”; il ruolo cardine del volontariato.

Doriano Corghi, rappresentante del CONI Point Reggio Emilia e componente della Giunta CONI Emilia Romagna, ha spiegato che “gare e tornei si arricchiranno di discipline nuove rispetto alle passate edizioni, per una manifestazione che consentirà non solo di competere in un clima di festa, ma anche di mostrare a tutti la bellezza dei diversi sport. I Giochi internazionali del Tricolore sono un ‘meccanismo’ delicato, richiedono un’organizzazione complessa e sono perciò frutto di un grande lavoro di squadra”.

Al lavoro da tempo il Comitato Promotore costituito da Comune e Provincia di Reggio Emilia, Regione Emilia-Romagna, Camera di Commercio di Reggio Emilia e CONI nazionale; ed il Comitato Organizzatore composto da Comune di Reggio Emilia, CONI Point Reggio Emilia, Comitato italiano Paralimpico, Aics, CSI e UISP Reggio Emilia, Fondazione per lo sport, Fondazione Mondinsieme e Fondazione E-35.

Ragazze e ragazzi si cimenteranno in circa 400 gare in oltre 30 discipline sportive tradizionali e paralimpiche, in una cinquantina di impianti sportivi. Un centinaio i volontari impegnati.

Oltre a Reggio Emilia, sono diversi i Comuni della provincia che condividono l’impegno nei Giochi, attraverso adesioni formali, ospitando gare o invitando le proprie società sportive a partecipare. Sono i Comuni di Albinea, Casalgrande, Casina, Castellarano, Castelnovo Monti, Gattatico, Quattro Castella, Rubiera, San Martino in Rio.

Da segnalare che i Giochi Internazionali del Tricolore 2018 hanno ottenuto un finanziamento da parte dell’Unione Europea per un progetto del valore di 878.000 euro candidato sul Programma Erasmus+. Questo finanziamento, pari a 500.000 euro, consentirà l’ampliamento della dimensione internazionale dei Giochi, che rappresentano il cuore del progetto europeo ExpoSport – International Sport Game. La filosofia e le modalità organizzative dei Giochi 2018, delineate nella proposta di candidatura, formulata da Comune di Reggio Emilia e Fondazione E-35, sono state giudicate innovative e coerenti con le linee guida del Programma europeo a sostegno dell’istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport.

bann sportdiclasse

Banner 2